Chi sono

Mi chiamo Giulia, ho 27 anni e faccio la Logopedista.

Perchè la logopedista?

Chissà quante volte, cari colleghi ve lo sarete sentiti chiedere e, d’altra parte, chissà quante volte voi cari genitori avrete sentito l’impulso di fare questa domanda alla logopedista che sta insegnando a pronunciare la “s” al vostro bambino, o a quella che, con tanta pazienza ed empatia sta comunicando con vostro figlio autistico, con ogni mezzo, gioco, figura, sguardo che riesce a cogliere, catturare; perché lei lo sa e lo sapete anche voi che ogni essere umano nasce per comunicare.
E comunicare significa essere liberi.
Comunicare è un bisogno vitale che esula dalla libertà di espressione: è come sangue nelle vene.
Perciò perché faccio la logopedista?
Per essere libera e per permetterlo anche agli altri.

I miei studi

Mi sono laureata nel 2016 presso l’Università degli Studi di Cagliari e durante questi primi tre anni di studio ho iniziato a scoprire, conoscere e amare il mondo della logopedia.
Come esperienza post lauream ho scelto di fare, tramite il progetto Erasmus Traineeship, un tirocinio volontario in Spagna, a Valencia, presso diverse scuole del luogo (infantile, primaria e
secondaria) e presso le cliniche universitarie della Universidad Catolica de Valencia San Vincente Martir.
Successivamente ho frequentato un Master Universitario in “Logopedia Clinica in età evolutiva”, in collaborazione con l’Università Cattolica di Roma e l’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma.

Cosa faccio

Attualmente lavoro a Cagliari e provincia come libera professionista, collaboro con il gruppo ctr (ctr Esperienze Onlus) dal 2017 e da quest’anno ho avviato una collaborazione con il poliambulatorio diffuso CEEV; mi occupo della valutazione e del trattamento di vari disturbi dell’età evolutiva:
Disturbo del
linguaggio

Difficoltà ad acquisire la lingua cui il bambino è esposto.

Disturbi di
apprendimento

Difficoltà nell’acquisizione delle abilità scolastiche in assenza di deficit neurologici.

Disturbi dello spettro autisico

Deficit persistente della comunicazione e nell’interazione sociale in associazione a interessi ristretti e ripetitivi.

Disfluenza
infantile

Irregolarità, difficoltà di emissione di sequenze di parole e frasi con esordio nell’infanzia.

Disordini
alimentari

Disfunzione in una o più fasi della deglutizione e disturbi ad essa associata.

Dal 2016 ad oggi dunque, mi formo, mi informo, riabilito e (a modo mio) informo.